Benefici dell’Acqua sull’Organismo

L’acqua è l’elemento essenziale per la sopravvivenza di tutti gli esservi viventi e non potrebbe essere diversamente per l’esser umano.

Il corpo umano è comporto per circa il 70% del suo peso d’acqua. Questo dato, da solo, è in grado di far comprendere che bere acqua fa bene. L’importanza che l’H2O rappresenta per il nostro organismo è fondamentale, infatti, nel caso in cui venissero introdotti meno liquidi di quanto il nostro corpo espelle, esso andrebbe in contro alla disidratazione.

Quando un organismo si disidrata le varie parti che lo compongono – nel caso dell’uomo parliamo degli organi interni, dei muscoli, delle ossa, etc. –  subiscono un deficit che gli impedisce di svolgere le loro funzioni vitali.

 

Quanto conta la qualità dell’acqua?

Se è vero che l’acqua è fondamentale per la nostra vita e per il buon funzionamento dell’organismo umano, è altrettanto vero che la sua qualità rappresenta un fattore che non deve mai essere trascurato. Purtroppo, sulla base di alcuni studi recenti, sembrerebbe che l’acqua che tutti noi ogni giorno utilizziamo – per bere, cucinare, lavarci, etc. – contenga al suo interno numerosi elementi dannosi per la nostra salute.

Sia essa acqua in bottiglia sia essa acqua del rubinetto, il livello qualitativo è decisamente basso e i dati emersi, dalle analisi effettuate dagli scienziati, sono allarmanti.

Sembra infatti che l’acqua imbottigliata sia esposta ad agenti come il calore o la luce che sono i principali responsabili della formazione di microrganismi e batteri dannosi.

L’acqua del rubinetto, sebbene non sia contaminata da batteri, è purtroppo caratterizzata dalla presenza di residui come la ruggine delle condutture degli acquedotti, terreno, insetti ed altro ancora.

In sostanza, è possibile affermare che l’acqua che normalmente utilizziamo è contaminata e questa sua condizione mette in pericolo la salute umana.

 

I depuratori: una soluzione sicura ed efficiente al 100%

I depuratori d’acqua sembrano essere l’unica soluzione al problema descritto sopra. Si tratta di dispositivi che sono in grado, grazie all’utilizzo di diverse tecnologie, di eliminare i residui e i microrganismi, migliorando la qualità dell’acqua, che può così essere bevuta senza arrecare alcun danno alla salute umana.

Una delle soluzioni utili a depurare l’acqua è l’osmosi inversa. Questo sistema, però, elimina quasi del tutto i sali minerali contenuti nell’H2O, che sono importanti per il nostro organismo. Per tanto, si tratto di un processo di depurazione che, seppur valido, si presta ad essere utilizzati in altri contesti diversi da quello casalingo.

Se sei alla ricerca di un sistema per depurare l’acqua di casa esiste la caraffa filtrante. Si tratta di una vera e propria brocca in cui va inserita l’acqua da depurare. Questo sistema sfrutta l’azione del carbone attivo che è in grado di eliminare le impurità e il cloro contenuti nell’acqua. Per ristabilire la durezza dell’acqua le caraffe filtranti sfruttano l’azione della resina a scambio ionico.

Il prezzo da sostenere per l’acquisto di questo prodotto è piuttosto accessibile (25/55 euro) tuttavia è necessario effettuare la manutenzione del filtro che potrebbe, con il tempo, deteriorarsi disperdendo sostanze nocive come l’ammonio e l’argento.

Gli addolcitori, invece, sono dei depuratori che svolgono principalmente il compito di ridurre le quantità di magnesio e calcare contenute nell’acqua.

Tra i migliori depuratori d’acqua domestica troviamo i filtri a carbone attivo sono molto utilizzati ed esistono di diverse tipologie. Comprare questo tipo di depuratore per un privato significa andare in contro ad un investimento significativo, parliamo infatti di un prezzo che parte dai 600 euro. Inoltre, questi filtri che sfruttano l’azione del carbone attivo per depurare l’acqua, hanno una efficacia di ben 12 mesi.

Tra i più sofisticati troviamo anche quelli che oltre al filtro a carboni attivi hanno una lampada a raggi ultra violetti. Questi sistemi di trattamento dell’acqua domestica sono meno costosi di quelli ad osmosi inversa e richiedono meno manutenzione oltre al fatto che sprecano molta meno acqua.