Cocorite, dove nascono e come riprodurli in cattività

cocorite

Le cocorite sono dei piccoli pappagallini poco più grandi di tradizionali passerotti con lunghe code. Ne esistono più di 120 tra specie principali e sottospecie, come il parrocchetto indiano, parrocchetto alessandrino e parrocchetto dal collare.

Sono originari di diverse zone sparse in tutto il mondo, ma quello più diffuso negli ambienti domestici, accudito come animale da compagnia è la cocorita di origini australiane, conosciuto in Australia e America col nome di budgie.

Nidificazione delle cocorite

Le cocorite vivono dunque nelle selvagge terre australiane in quello che viene chiamato Outback Australiano, una vasta area della zona più interna caratterizzata dall’alternarsi di zone desertiche, boschive e praterie aperte.

L’habitat preferito delle cocorite è quello boschivo o con densa presenza di alberi, sui quali amano nidificare. A dire il vero, a differenza di tante altre specie di uccelli e pappagalli, le cocorite non nidificano nel senso vero e proprio del termine poiché non costruiscono un nido.

Vanno alla ricerca di cavità presenti nei tronchi degli alberi, come l’eucalipto, largamente diffuso in Australia e vi si rifugiano dentro.

Sono uccelli altamente sociali per cui, un solo albero, può ospitare diverse famiglie di cocorite. Vivendo in colonie numerose, sono in grado d’individuare eventuali predatori e avvisare l’intero stormo in caso di pericolo.

Clima e temperatura ideale per le cocorite

L’Australia non è famosa per essere il posto più ospitale del mondo, anzi, si tratta proprio di quello più crudele e selvaggio. La poca acqua che riceve si concentra tutta nella cosiddetta stagione delle piogge ma la sua intensità varia da una zona all’altra.

Le cocorite viaggiano spesso per trovare acqua, a volte anche oltre le 30 miglia, abbeverandosi con qualche goccia di rugiada o facendo il bagno sull’umidità che si raccoglie al mattino sulle foglie.

La femmina solitamente rimane ad accudirsi dei pulcini, mentre il maschio va in cerca del cibo.

Cosa mangiano in natura le cocorite

Tra i cibi preferiti delle cocorite ci sono i semi che cadono da piante e fiori in modo spontaneo sul suolo, come i semi di spinifex, avena selvatica e altri tipi di erbe.

Si nutrono anche di bacche, le quali crescono numerose su tanti tipi di cespugli e le cocorite amano soprattutto quelle colorate. Tuttavia, quando il cibo scarseggia, le cocorite si mettono a caccia d’insetti, quali formiche, piccoli ragni, mosche, ecc.

Come allevare e riprodurre cocorite in cattività

L’allevamento delle cocorite non è particolarmente difficile ma ci sono molti aspetti da conoscere prima di cimentarsi. Bisogna sapere qual è la migliore dieta per cocorite, il giusto tipo di gabbia, come realizzare il nido e come accudire i ”pulli”.

Piccola curiosità: i piccoli dei pappagalli sono pulli e non pulcini poiché la sostanziale differenza è che mentre i secondi nascono già in grado di muoversi e nutrirsi in autonomia, i primi invece devono essere allevati e nutriti, anche se per breve tempo.

Come riprodurre le cocorite in cattività

Passiamo alla parte divertente, almeno per loro. Per prima cosa devi assicurarti che le cocorite della coppia che possiedi non presentino deformità e non siano vecchie.

I maschi giovani presentano la zona carnosa sopra il becco di colore blu e in alcune mutazioni, come i lutini o gli albini, è lavanda o rosea.

Le femmine invece presentano una colorazione più sbiadita nella stessa zona, tendente all’azzurro chiaro.

Tendenzialmente le cocorite trovano i loro partner da sé, ma se vuoi stabilire una coppia specifica per creare combinazioni di colori, devi accoppiarli fin da giovani, anche mettendoli spesso insieme lontano da altre coppie o altri esemplari per fare si che leghino tra loro.

Quando avranno raggiunto la maturità sessuale, intorno a un anno, non dovrai fare nulla, se non quello di procurare loro un giusto riparo e se avranno stabilito un forte legame tra loro, le cocorite si accoppieranno.

Per quanto riguarda il nido d’amore, nei negozi di animali sono disponibili casette in legno di diverse dimensioni e offrono anche diverse soluzioni per la nidificazione dell’interno, come trucioli di legno o altro, ma le cocorite in cattività, sembrano andare matte per i fogli di giornale, da sminuzzare col becco e portare dentro la casetta per coccolarsi un po’.