Cucinare la Trippa con la Pentola a Pressione

In questa piccola guida culinaria vedremo come cucinare la trippa con la pentola a pressione. La trippa è un alimento che da sempre ha fatto parte della cultura contadina in quanto poteva essere acquistata a basso costo. Al tempo stesso però, si tratta di un alimento che è nutriente e, se cotto a dovere, risulta essere anche molto gustoso.

La trippa può essere cucinata in diversi modi, utilizzando anche diversi metodi. In ogni regione d’Italia la trippa viene cucinata in maniere differenti. Basta pensare che una volta questo alimento veniva cucinato solo dalle famiglie più povere che non potevano permettersi di comprare delle parti di carne più pregiata, oggi invece è possibile trovare la trippa nei menu dei ristoranti stellati. Il gusto attribuito a questa pietanza dipende quindi dal modo in cui viene cucinata e dall’abilità dello chef.

In questo caso vedremo come cucinare la trippa utilizzando pochissimi ingredienti, tramite la pentola a pressione, cercando di rendere il piatto non troppo grasso.

Cucinare la trippa con la pentola a pressione significa ridurre i tempi di cottura. Se con la cottura in padella impiegheremmo circa 45 minuti, utilizzando la pentola a pressione ne impiegheremo al massimo 20.

Il piatto potrà essere preparato in brevissimo tempo. L’unica accortezza dovrà essere quella di pulire accuratamente la trippa, magari lavandola anche più di una volta. Per farla sgocciolare sarà possibile utilizzare anche uno scolapasta. Per avere un piatto più delicato si consiglia inoltre di tagliare la trippa in piccole striscioline. Ricordate di far saltare in pentola tutto ciò che andrà poi ad insaporire la trippa prima ancora di aggiungere l’alimento principale.

Per preparare una trippa cotta in pentola a pressione occorrono, oltre a 800 grammi di trippa di bovino alcune patate, possibilmente quattro o cinque belle patate di medie dimensioni. Occorrerà poi uno spicchio d’aglio, mezza cipolla, una confezione di passata di pomodoro e se volete un piccolo tocco piccante aggiungete un peperoncino piccante.

Oltre agli ingredienti sopra indicati servirà dell’acqua calda o in alternativa del brodo vegetale. Con 800 grammi di trippa si consiglia di utilizzarne circa 200 millilitri. Aggiungere poi olio, sale e pepe a seconda dei propri gusti. Una volta completato il piatto una bella spolverata di formaggio pecorino grattugiato sarebbe l’ideale. Si consiglia di accompagnare la portata con delle fettine di pane fatto in casa, magari tostato.

Si consiglia di utilizzare al posto dei classici piatti delle piccole terrine o dei coccini. I tocchetti di pane tostato potranno essere immersi direttamente nella terrina o, in alternativa, potranno accompagnare la trippa al palato.